• ACT
  • Agorafobia
  • Ansia sociale
  • Assertività
  • Attacchi di panico
  • Depressione
  • Disabilità
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi del sonno
  • Disturbi d’ansia
  • EMDR
  • Fobia specifica
  • Infanzia
  • Maternità e Gravidanza
  • Mindfulness
  • Rilassamento progressivo Jacobson
  • Sessualità
  • Stress lavoro correlato
  • Supervisione e formazione operatori sociali
  • TCC
  • Terapia di coppia
  • Tic
  • Training antifumo
  • Training autogeno
  • Training di induzione al parto in ipnosi
  • Valutazioni psicodiagnostiche
  • La terapia di coppia nell'indirizzo cognitivo-comportamentale segue alcune fasi: una fase di valutazione con un primo incontro congiunto e almeno due incontri individuali.


    In questi incontri vengono raccolte informazioni sulla storia personale dei partner e vengono somministrati dei test per individuare le aree della relazione che risultano maggiormente problematiche.
    Dopo la valutazione, si procede alla terapia di coppia: a volte possono essere effettuate sedute individuali per risolvere problematiche emergenti dal singolo, in questo caso si rimanda ad altro collega. Nel caso di grave compromissione del rapporto di coppia, il terapeuta lavorerà sulla separazione per affrontare con la coppia il trauma della separazione, soprattutto in presenza di figli.

    Regole del terapeuta, doveri della coppia

    La sincerità alla base della terapia di coppia. Il terapeuta ha il segreto professionale per cui non può riferire all'altro partner particolari sulla vita del paziente senza il suo consenso scritto. Di conseguenza, l'altro partner non può accusare il terapeuta di non avergli riferito particolari sulla vita del partner.
    Il terapeuta non prende le parti di nessun partner. Il terapeuta insegna delle tecniche per superare i problemi. È il paziente che prende la decisione quando, con l'aiuto della terapia, vede chiaro in se stesso. Non si deve incolpare il terapeuta delle decisioni prese dall'altro partner.
    I partner, quando iniziano la terapia di coppia, non possono telefonare o dare informazioni al terapeuta senza coinvolgere il coniuge.

    Frequenti cause della crisi di coppia:
    1. Aspettative disattese.
    2. Tradimento.
    3. Violenza fisica ma anche psicologica .
    4. Dipendenze .
    5. Cambiamenti di uno solo dei coniugi.
    6. Problemi economici.
    7. Eccessiva dipendenza l'uno dall'altro.
    8. Cambiamento nel rapporto che è diventato come fratello e sorella.
    9. Eccessivo attaccamento alla famiglia d'origine.
    10. Gelosia eccessiva.
    11. Eventi traumatici.
    12. Difficoltà sessuali.
    13. L'amore può finire come finisce la vita e che molti non riescono ad accettare.