• ACT
  • Agorafobia
  • Ansia sociale
  • Assertività
  • Attacchi di panico
  • Depressione
  • Disabilità
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi del sonno
  • Disturbi d’ansia
  • EMDR
  • Fobia specifica
  • Infanzia
  • Maternità e Gravidanza
  • Mindfulness
  • Rilassamento progressivo Jacobson
  • Sessualità
  • Stress lavoro correlato
  • Supervisione e formazione operatori sociali
  • TCC
  • Terapia di coppia
  • Tic
  • Training antifumo
  • Training autogeno
  • Training di induzione al parto in ipnosi
  • Valutazioni psicodiagnostiche
  • Che cos'è?
    Si tratta di un approccio terapeutico per l'elaborazione dei traumi, traumi di un passato recente o lontano, che non ci permettono di affrontare la vita con serenità. Traumi che, in qualche modo, ancora oggi influenzano il rapporto con noi stessi (ad esempio facendoci sentire inadeguati, rotti, senza protezione) e con gli altri (ad esempio non facendoci vivere appieno le nostre relazioni amorose, amicali, ecc..).

    L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) permette di riappropriarsi dei propri ricordi, dopo aver riattivato il NORMALE processo di rielaborazione dei vissuti, che permette di abbassare la carica emotiva associata all'evento traumatico.

    Nessun ricordo viene dimenticato, domanda a cui voglio rispondere e che viene spesso posta, ma si da una nuova chance al nostro sistema cerebrale, di elaborare la parte stressante e dolorosa di un evento traumatico.

    Il cambiamento è abbastanza rapido e duraturo nel tempo.

    Si utilizza questo approccio, sia come tecnica all'interno di un percorso terapeutico già avviato, sia come psicoterapia d'elite, per trattare la maggior parte dei disturbi: Disturbo Post traumatico da Stress, Disturbi d'Ansia (attacchi di panico, fobie), Depressione, Insonnia, ecc.

    Richiedi informazioni